ebaut mi

Mi chiamo stresserentola, ma questo è già chiaro dal titolo del mio blog, la mia storia comincia dove le altre si concludono e cioè dopo il ....e vissero per sempre felici e contenti...
sono sposata, felicemente e da tempo immemorabile con Amò e abbiamo due bambini tuofiglio e tuafiglia a cui ci imputiamo maternità e paternità secondo le peculiarità che vengono fuori di volta in volta.....
abitiamo a Palermo e Lady Mora è la nostra casa, un cantiere perennemente aperto ......
Bhè che altro dirvi, se avete voglia di sapere altro seguitemi....



e se invece volete scrivermi.... stresserentola@libero.it



che dite ... ci vediamo alla prossima?

Lettori fissi

domenica 1 maggio 2011

Solo per pochi intimi - Aggiornamento

- Pronto Stressere', che fa' dormi?
- No, sveglia sono, ma che è successo?
- A' nanna c'incuccio a telefonata da ieri, e scoprio che aviamu a bienere in Palermo, Miiiii come s'incazzò...
- Addirittura, e quindi?
- E quindi un puozzu vieniri, ci rissi a Uilli, picchi cun mia un ci parra, ca Palermo un ci pare "consono" pu viaggio i nozze, ma chi tinni pare?
- Non lo so Caterina, che vuoi che ti dica...
- Mancu ci misi piere a backingam palace e chista già vuole cumannari a me casa.
- Bhè sarebbe anche casa sua per la verità.
- E io infatti ciù rissi a Uilli, sta convivenza ca' nanna, unne cosa ca rura, ma iddu, siccome mi canusci e u sapi ca un sugnu tanto ri vucca duci, mi rissi ca intanto ninni iamu a casa di Erri, so frati, e poi si viri
- Mah, contenta tu, ma guarda che Erri è pure un tipino particolare
- Nooo, vabbè voci sono, certo si è tatuato la svastica unn'è ghiè, si fa di canne e alcool da matina a sira, ma in fondo picciotto buono è.
- Se lo dici tu, son contenta per te
- Stressere' ta' salutari, cà poi a Uilli si c'arrifridda u scianco, chiffà t'affienni se a bumbuniera ta mannu pi posta?
- No Caterina, tranquilla, buonanotte
- Buonanotte Stressere', salutami i picciriddi
- E tu salutami 'a nanna

12 commenti:

  1. Fortuna che mi sono tanto esercitata con la lettura di montalbano, che se no, tutto tutto non avrei capito! Povera Caterina: in che guaio si è messa! chissà poi perchè palermo non andava bene alla regina...

    RispondiElimina
  2. Ci rici a Caterina ca ci rici a Uilli ca ci rici a' nanna ca quannu vinni 'n Paliermu s'addivirtiu, idda e puru so marito....=))

    RispondiElimina
  3. Ti lascio il sorriso che mi è venuto leggendoti...^__^

    RispondiElimina
  4. @Suster, probabilmente perchè non è "molto pittoresca" ;-)
    @Daniela, ciù rissi a Caterina, ca ciù rissi a Uilli ca l'avissi 'a diri 'a nanna, ma am'abbiriri s'u fà ;-)
    @Mammabradipo, grazie mille :-)

    RispondiElimina
  5. @Acqua, limpidezza mi mancavano i tuoi sorrisi, e mi manca la tua poesia

    RispondiElimina
  6. ma picchi un'a purtò a nanna, ca macari s'addiverta puru idda...ca tantu ci piacinu i cani, ca nattri unn'avemu assai 'ppa strata??? ricci ca porta..mischinedda..

    RispondiElimina
  7. io ti adoro. ma davvero, guarda.

    RispondiElimina
  8. anche se leggo sempre camilleri non ci ho capito molto! :-)

    RispondiElimina
  9. @mammadifretta, certo che pure tu che consigli dai, un viaggio di nozze con la nonna appresso, beddu prio, ciao dottore'
    @Mammameggie, grazie cara :-)
    @missmartinab, pardon, era un piccolo esperimento, mi rifaccio la prossima volta promesso :-)

    RispondiElimina

A voi la parola ........

ATTENZIONE

Questo blog è dotato di filtro antispam. Se non vedete comparire immediatamente il vostro commento non replicatelo, verrà approvato in fase di moderazione. Grazie