ebaut mi

Mi chiamo stresserentola, ma questo è già chiaro dal titolo del mio blog, la mia storia comincia dove le altre si concludono e cioè dopo il ....e vissero per sempre felici e contenti...
sono sposata, felicemente e da tempo immemorabile con Amò e abbiamo due bambini tuofiglio e tuafiglia a cui ci imputiamo maternità e paternità secondo le peculiarità che vengono fuori di volta in volta.....
abitiamo a Palermo e Lady Mora è la nostra casa, un cantiere perennemente aperto ......
Bhè che altro dirvi, se avete voglia di sapere altro seguitemi....



e se invece volete scrivermi.... stresserentola@libero.it



che dite ... ci vediamo alla prossima?

Lettori fissi

giovedì 7 aprile 2011

Queste son fortune

Oggi ero qui!
con i miei bambini, qualche panino e un pallone.
Un pomeriggio speciale
per festeggiare un giorno speciale.
Cosa è accaduto di  straordinario?
Assistere alla nascita di un nuovo amore, tra due persone che hanno incrociato i loro cammini.
Sostenere un amico in scelta difficile e gioire del suo successo.
Guardare l'anima di una persona speciale, e scambiarsi un ti voglio bene.
Poter volare come un'aquilone ed avere la certezza di non cadere perchè tu, mi tieni stretta.
Vedere tuofiglio che mi regala i suoi baci, dimenticando per un attimo, la sindrome da adolescenza precoce.
E osservare da dietro tuafiglia, 
che guarda verso il mare,
seduta su quel prato mentre gusta il suo lecca lecca con la solennità di un vecchio con la pipa. Silenziosa e assorta nei suoi pensieri.
Poi alzarsi di scatto, come chi in quella ritualità  avesse trovato la soluzione ad un problema esistenziale.
Decisa vien da te, puntandoti addosso il lecca lecca, come chi vuol condividere una stessa sensazione e curiosa, ti chiede: "Mamma, assaggia, secondo te com'è?"
E tu orgogliosa di cotanta intelligenza e sensibilità ti avvicini fiduciosa, lasciando che la piccola infonda nella tua bocca il gusto dell'infanta verità...  
"Buono" commenti dubbiosa
" Ah, meno male, pecchè è caduto a terra e pensavo che c'era la cacca del cane"
SONO O NON SONO UNA DONNA FORTUNATA?




14 commenti:

  1. wow mammaStressy...io non ho mai avuto il coraggio di mettere in bocca nulla di quello che mi davano i miei figli!!!
    Ti lascio un detto che ho usato tanto con loro...Quello che non strozza ingrassa!
    Ecco...^__^

    RispondiElimina
  2. Mai prendere cibo da un bambino...:))

    RispondiElimina
  3. visto? le cose viste da dietro...

    RispondiElimina
  4. AHAHHAHAHHHAHHAHHAHHAHHHAHHHAHAHHAHHAHHAHHHAHHAHHHAHAHAAAAAHHHHAHHAHHA...nonriesco a smettere di ridereeeeee. Ahahhahahahhhahhahhhahhahhhahhahhahaha

    RispondiElimina
  5. molto fortunata, soprattutto perché sai far tesoro di questi momenti!

    RispondiElimina
  6. Non ci posso credere!!! Troppo forte...

    RispondiElimina
  7. bello il sole di questo periodo..bisogna approfittarne per forza...io venerdì, appena uscita dalla pediatra, deviazione verso villa trabia, gelato al cioccolato..sono momenti unici stressy...sarah ha la sindrome da adolescenza precoce a tre anni..lei sputa le cose e mi dice "mamma non ne voglio più, mangialo tu"..e poi ti dce "io l'avevo sputato..ed io che continuo a cascarci...

    RispondiElimina
  8. azz! Intelligente tua figlia!!! :D

    RispondiElimina
  9. eheh chi è che diceva "la voce dell'innocenza"???? Non so, ma certamente era lo stesso che diceva " tutta roba santa"--sicchè goditi questi momenti di audace tenerezza, mamma pioniera

    RispondiElimina
  10. arrivo oggi qui, il blog è bello e stresserentola che dire? un nome geniale! ripasso signòah se ripasso.
    ho commentato qui perchè sono statta a palermo e ho delle foto di quei birilli pure io!

    RispondiElimina

A voi la parola ........

ATTENZIONE

Questo blog è dotato di filtro antispam. Se non vedete comparire immediatamente il vostro commento non replicatelo, verrà approvato in fase di moderazione. Grazie