ebaut mi

Mi chiamo stresserentola, ma questo è già chiaro dal titolo del mio blog, la mia storia comincia dove le altre si concludono e cioè dopo il ....e vissero per sempre felici e contenti...
sono sposata, felicemente e da tempo immemorabile con Amò e abbiamo due bambini tuofiglio e tuafiglia a cui ci imputiamo maternità e paternità secondo le peculiarità che vengono fuori di volta in volta.....
abitiamo a Palermo e Lady Mora è la nostra casa, un cantiere perennemente aperto ......
Bhè che altro dirvi, se avete voglia di sapere altro seguitemi....



e se invece volete scrivermi.... stresserentola@libero.it



che dite ... ci vediamo alla prossima?

Lettori fissi

martedì 22 maggio 2012

Orlando

Dunque sei tornato
dopo dieci lunghissimi anni
credi di saperlo fare?
E' stata una bella storia la nostra
lunga, travolgente, appassionata
e poi...
poi si cambia
tu volevi altro
io ho voluto un'altro
la nostra primavera era finita
e per me è cominciato l'inverno!


Dunque sei tornato
cosa vuoi, riprenderti i miei figli?
e credi di saperlo fare?
ti hanno respinto già una volta
sono stati senza un padre per anni
senza guida
senza nessuno che stesse ad ascoltarli
alcuni sono scappati via
e quelli rimasti hanno solo avuto pietà
no, non di me
di se stessi.


Dunque sei tornato
perchè?
perchè mi ami?
e credi davvero di saperlo fare?
o  ami solo il te stesso che sta con me?


Dunque sei qui
seduto a capo tavola
sicuro di saperlo fare
e io sento ancora quel brivido 
come dieci anni fa
sento quella passione viscerale
che mi prende, mi travolge 
e non lo so se è amore
o desiderio di conquista
e dovrei resistere
perchè mi hai già portata in alto 
mi hai fatto già toccare l'apice
e da lì che sono caduta
giù e ancor più giù
ho toccato il fondo


Dunque sono qui
tra le macerie di me stessa
sporca
distrutta, 
umiliata
sola
vuoi rialzarmi?
e sei sicuro che io lo voglia fare?


Dunque siamo qui
io e te
non più giovani
ma ci vuole tempo 
e un'altro giro
un'altro valzer?
No, ancora minuetto
di nuovo tu
di nuova tua
Palermo

7 commenti:

  1. Ricordo la figlia, che andava al Gonzaga, aveva qualche anno più di me.

    RispondiElimina
  2. Mi auguro, vorrei, spero che quest'uomo aiuti i palermitani che vogliono essere aiutati. Insieme. Ci vuole il capo branco, ci vuole un leader, ma ci vogliono soprattutto "pecore" con la testa e allora lasciarsi condurre sarà bello, produttivo e vincente. Ai palermitani, agli italiani, scrivo Forza!Forza. Credeteci e camminate insieme. Tua sorella gianduiotta.

    RispondiElimina
  3. non resta altro che provare a credere che lo sappia fare..

    RispondiElimina
  4. sorprendente...come sempre :-)))

    RispondiElimina

A voi la parola ........

ATTENZIONE

Questo blog è dotato di filtro antispam. Se non vedete comparire immediatamente il vostro commento non replicatelo, verrà approvato in fase di moderazione. Grazie